20881926_965063843635669_8258699130357682393_n.jpg

24 agosto 2018 wp_6917406

http://www.giornaledelcilento.it/it/22_08_2018_a_cillisi_la_fiera_gastronomica_cilentana_che_ha_registrato_numeri_record_3376540.html#.W3-61M4zapp

Luigi Martino • 22 agosto 2018 11:10

Nel Cilento, d’estate, c’è un mondo fantastico oltre alla sabbia e il mare cristallino della costa. Profumi del passato e sapori della tradizione. Tra le stradine inerpicate del centro storico di Celle di Bulgheria, per tre giorni, migliaia di turisti hanno avuto la possibilità di assaggiare prelibatezze uniche e di ammirare il lavoro dei maestri artigiani del luogo. La sesta fiera gastronomica della cucina Cellese, ha riscosso un successo straordinario. Il merito va tutto all’associazione ‘Asscer Cellarum’, una squadra di giovani motivatissimi che è riuscita a far pulsare forte il cuore di uno dei borghi più belli del Cilento nei giorni 17, 18 e 19 agosto.

Come era organizzata
I turisti sono arrivati a Celle di Bulgheria, hanno posteggiato la propria auto nei pressi del campo sportivo comunale e, a bordo di un efficiente servizio navetta, hanno raggiunto l’inizio del percorso gastronomico. Alla cassa i giovani dell’Asscer Cellarum cambiavano i soldi in ticket. Ogni ticket aveva il valore di 1 euro o 1 euro e 50 centesimi. Con i ticket si potevano acquistare le pietanze e dell’ottimo vino rosso.

I piatti tipici
Nel primo stand muzzarella ‘nda murtella, prosciutto, pancetta, capocollo, soppressata. Tutti salumi paesani. Poi cavatelli e fusilli. E ancora: spaghetti aglio e olio, ravioli al sugo, polpette di carne, carne alla pizzaiola, pasta e fagioli, melanzane imbottite, parmigiana di melanzane, caciocavallo, soffritto, formaggio fresco di capra e decine e decine di prodotti ancora.

Tra i piatti tipici del posto che sono andati per la maggiore, troviamo la Ciaudedda, i Ruspitieddi, i Pizzatulieddi, i Paddocculi. In piazza Umberto Primo migliaia di persone provenienti da ogni paesino del Cilento. Poi griglie con carne alla brace, dolci della cucina locale e musica cilentana dal vivo. Una meraviglia i bambini con l’organetto che allietavano la passeggiata con brani della tradizione popolare. Alla fine un digestivo e un arrivederci con appuntamento alla settima edizione di ‘A Cillisi’.